Consigli sull’arredamento della tua casa

Chi desidera arredare la propria casa con uno stile di moderno e di tendenza deve punta sulle forme essenziali, i colori decisi e i dettagli che aiutano a dare unicità agli ambienti. Naturalmente per avere una casa veramente di trendy è importante saper scegliere mobili, complementi, tendaggi, tappezzerie e saperli ben combinare in maniera armoniosa e equilibrata.

La cucina è il cuore di ogni abitazione, molto spesso ormai è una continuazione del living, per essere certi di creare un ambiente fresco e vitale puntate sulle cucine bianche, con superfici lucide e prive di maniglie, ma che presentano dei meccanismi di apertura facilitati, per i quali basta un semplice tocco. Lineari, con isola, dotate di piani di lavoro ergonomici o di tavoli scorrevoli, le cucine moderne offrono la possibilità di creare spazi funzionali ed innovativi, che si caratterizzano per un design semplice, dove l’impatto estetico del total white e l’uso di materiali nuovi fanno la differenza, per scegliere il giusto stile bisogna contattare un giusto esperto facendo riferimento ad una tappezzeria a Roma potrai avere tante soluzioni.

Il living è il luogo della condivisione sociale con gli amici e i familiari, ma anche l’angolo della casa in cui trascorre momenti di relax in compagnia di un libro o guardando la tv. Per renderlo in linea con gli stili arredativi attuali si può puntare su mobili shabby chic. Tavoli, sedie, credenze e divani dall’aria vissuta ed elegante, che sono classici e contemporanei allo stesso tempo. Nei colori del beige, avorio, grigio chiaro o bianco, riescono a dare una nuova vitalità alla casa, soprattutto se combinati con tendaggi e cuscini dai colori a contrasto, dalle fantasie romantiche, come quelle floreali. Anche per i divani che devono essere grandi e accoglienti, il rivestimento deve essere in tessuto o in pelle, ma deve sempre dare un senso di leggerezza ed essere coordinato con i colori tenui dello shabby chic.

La tappezzeria è un altro elemento da scegliere con attenzione. Il consiglio in questo caso è quello di optare su colori naturali, che si accostino cromaticamente al resto dell’arredamento. Mentre si è liberi di osare sulla texture e sulle grafiche. Per dare vivacità alle pareti e smorzare la loro monotonia si può ricorrere a stampe o quadri che hanno disegni astratti.

La certificazione energetica è obbligatoria

La certificazione energetica è una documentazione che attesta l’efficienza e la sostenibilità di un edificio; è una misura a tutela ambientale, che in Italia prende le rime da due direttive europee, per snocciolarsi in un decreto attuativo che si interfaccia alle normative regionali. Dal 1° ottobre 2015, sono entrate in vigore tre nuove delibere che prevedono la redazione di un Attestazione della Prestazione Energetica (APE), di durata decennale, uguale per tutte le regioni d’Italia. Sono stati rivisti i criteri minimi per la certificazione e per ottenere le agevolazioni economiche e gli sgravi fiscali offerti dal Governo; è stato inoltre creato un database nazionale degli attestati, denominato SIAPE, volto ad indicare tutte le classi di appartenenza degli edifici, dalla A4 alla G, dove la A4 è la categoria maggiormente performante.

D’ora in poi, sarà obbligatorio presentare l’APE sia in fase di locazione che di compravendita, fatta eccezione per gli immobili ad uso agricolo, industriale, artigianale, per i fabbricati isolati e per le parti di edificio non classificate che non necessitino dell’installazione di impianti per poter essere utilizzate: come box, autorimesse, garage, parcheggi multipiano e depositi; in alcune regioni come Lombardia, Lazio, Puglia, Piemonte, Veneto, la certificazione è obbligatoria anche nel caso in cui si voglia ristrutturare o ampliare l’immobile.
Non è difficile trovare una società che fornisca il servizio di certificazione energetica; in molti casi sono le stesse agenzie immobiliari ad occuparsene, a volte anche gratuitamente. Per mettere a appunto gli interventi sarà necessario contattare un tecnico qualificato denominato certificatore, iscritto al registro della regione di riferimento; l’esperto avrà il compito di effettuare una perizia tecnica che comprenda almeno un sopralluogo presso l’edificio in necessità di attestazione, per conoscere quali siano le parti che dovranno essere interessate dagli interventi di riqualificazione, suggerendo anche le proposte per migliorarne l’efficienza e le risorse economiche atte ad effettuarla; l’utente non dovrà far altro che consegnargli le piantine, le schede tecniche dell’impianto di riscaldamento e altri dati relativi all’immobile. Sulle Certificazioni Energetiche Milano per appartamenti è possibile ricevere una rosa di preventivi gratuiti e scegliere quello più adatto alle proprie tasche.